fbpx

Appalto non regolare

La Corte di Appello di Venezia, con sentenza del 30 marzo 2023,  ha affermato che se la prestazione lavorativa è organizzata attraverso un software gestito dal committente che impartisce, continuamente, disposizioni al personale della cooperativa di logistica (riconoscimento vocale associato ad un barcode) con cui è stato sottoscritto un contratto di appalto, si è in presenza di una violazione dell’art. 29 del D.L.vo n. 276/2003, e si realizza, pertanto, una intermediazione illecita di manodopera. Pertanto, anche la presenza sul luogo di lavoro di un dipendente della cooperativa che dia qualche mera indicazione non contraddice la illegittimità dell’appalto.

Avv. Roberto Amati

Ti serve una consulenza? Clicca qui

Lascia un commento

Su di me

Da oltre 20 anni informo i lavoratori sui loro diritti. Seguimi sui miei canali social.

Oltre 120.000 followers su Facebook, seguimi anche tu

Post recenti

Chiedimi una consulenza

Iscriviti alla newsletter

it_ITItalian