fbpx

L’azienda può adottare due diversi CCNL?

I rapporti di lavoro sono regolati dai Contratti Collettivi Nazionali Lavoro, ovvero una serie di norme che regolano tutte le fasi del rapporto di lavoro, dall’assunzione alle ferie, ai periodi di malattia, allo straordinario ecc.

Attualmente sono registrati al Ministero del lavoro poco meno di mille CCNL.

Per la stipula dei CCNL le associazioni dei lavoratori e quelle dei datori di lavoro si riuniscono e decidono le norme che regolano un determinato settore.

Avremo quindi il CCNL Metalmeccanici, il Commercio, quello per gli Operai agricoli ecc.

Non vi è una norma di legge che impone al datore di lavoro di utilizzare un CCNL piuttosto che un altro, ma normalmente si utilizza il CCNL più aderente al settore produttivo in cui si opera.

Solo nel caso in cui il datore di lavoro sia iscritto ad una determinata associazione di categoria deve utilizzare il CCNL della categoria e le tabelle retributive ivi allegate.

Precisato questo ci possono essere situazioni in cui il datore di lavoro utilizza nella sua azienda due diversi CCNL. Lo può fare?

Ebbene, se l’azienda è strutturata in più settori produttivi, ad esempio la produzione di beni e la vendita degli stessi il datore di lavoro potrebbe, ad esempio, utilizzare per gli uni il CCNL metalmeccanici o artigiani, e per la vendita il CCNL Commercio.

Tutto ciò è legale e non rappresenta alcuna violazione e/o discriminazione tra lavoratori.

Avv. Roberto Amati

Lascia un commento

Su di me

Da oltre 20 anni informo i lavoratori sui loro diritti. Seguimi sui miei canali social.

Oltre 120.000 followers su Facebook, seguimi anche tu

Post recenti

Chiedimi una consulenza

Iscriviti alla newsletter

it_ITItalian