fbpx

Posso lavorare cento ore a settimana?

Quante ore puoi lavorare durante la settimana?

La legge parla espressamente di un massimo di 40 ore settimanali che possono diventare 48 ore con lo straordinario.

Ma la domanda sorge spontanea. E allora se io voglio lavorare con un secondo lavoro non posso farlo? Se lavoro otto ore al giorno ho sedici ore libere, non sono padrone del mio tempo? Non posso decidere di usare le ore a disposizione come meglio credo e lavorare per un altro datore di lavoro?

La risposta, ovviamente, è affermativa.

Ed infatti i limiti posti dagli articoli n. 3 e 4 del Decreto Legislativo n. 66/2003 fanno riferimento ai limiti relativi ad un unico rapporto di lavoro.

Questo significa che un datore di lavoro non può pretendere dal proprio dipendente prestazioni lavorative che eccedano questi limiti di 40 e 48 ore settimanali.

Perché questa norma? Per impedire che il datore di lavoro possa costringere il lavoratore a prestazioni in danno della sua salute.

D’altra parte invece, e al di fuori di questi limiti, il lavoratore può decidere di avere altri rapporti lavorativi, anche lavorando complessivamente durante l’arco della giornata per 15 o più ore.

La legge sarà rispettata da tutti se i singoli datori di lavoro esigeranno dal lavoratore una prestazione non maggiore di 40 ore settimanale di lavoro ordinario con un massimo di altre otto ore di lavoro straordinario e, quindi, assicurando al lavoratore un riposo di almeno undici ore tra un turno e l’altro.

A ben vedere, quindi, i limiti imposti dagli articoli n. 3 e 4 sono posti a esclusiva tutela del lavoratore.

Avv. Roberto Amati

Lascia un commento

Su di me

Da oltre 20 anni informo i lavoratori sui loro diritti. Seguimi sui miei canali social.

Oltre 120.000 followers su Facebook, seguimi anche tu

Post recenti

Chiedimi una consulenza

Iscriviti alla newsletter

it_ITItalian